Tra il verde e l’Abruzzo degli Appennini.

CITTA’ DI CASTELLO – MONTE S.M. TIBERINA – MONTERCHI – ANGHIARI – VALICO SCHEGGIA – LA CHIASSA – SUBBIANO – BIBBIENA – CHIUSI DELLA VERNA- VALICO DELLO SPINO – CAPRESE MICHELANGELO – SAN CRISTOFORO – MANZI- LAGO MONTEDOGLIO – FORMOLE – VILLALBA – SANSEPOLCRO – CITTA’ DI CASTELLO. TOTALE KM 170,8

Con uno splendido cielo azzurro e con la moto pronta per accompagnarci in un tranquillo tour delle verdi colline dell’alta Umbria, si parte per scoprire realtà sconosciute alla maggior parte dei turisti. Da Città di Castello attraversato il ponte sul “biondo” Tevere, percorrendo la panoramica per Villa Montesca, strada un po’ stretta che non invita alla velocità, ma a soste per godere il panorama, dopo 10 km si giunge ai 700 metri s.l.m. di Monte Santa Maria Tiberina. E’ un paesino dalle origini antichissime che mantiene intatto il suo tessuto urbanistico medievale e si trova in una ridente posizione panoramica da dove si gode una vista indimenticabile su tutta la valle. Da Monte S.M. Tiberina si riparte costeggiando i confini dell’Umbria verso la Toscana e con altri 13 km di salite e discese in mezzo alla natura incontaminata delle propaggini appenniniche si giunge a Monterchi piccolo centro toscano con la celebre “Madonna del Parto” di Piero della Francesca. Si prosegue per Anghiari, tipico borgo medievale Toscano, da qui, percorrendo la via Libbia si arriva a Bibbiena posta alle pendici degli Appenini per risalire a Chiusi della Verna famosa per il santuario di S. Francesco. Dopo altri pochi chilometri panoramici si arriva in cima al Valico dello Spino attraverso una strada che esalta le caratteristiche della moto. Dopo aver percorso più di metà discesa si svolta a destra per Caprese Michelangelo, patria natale di Michelangelo Buonarroti per poi proseguire sempre in strade poco frequentate per il lago di Montedoglio e scoprire così una realtà naturalistica sconosciuta alla maggior parte dei turisti amanti dell’Umbria e della Toscana